Elf National Trophy, il Mugello nelle mani di Salvadori e Magnoni

Il prestigioso circuito del Mugello ha ospitato il round 4 dell’Elf National Trophy che ancora una volta ha dato spettacolo nella domenica di gare del Campionato Italiano Velocità.

Grande sforzo organizzativo per il Moto Club Spoleto che ha gestito due griglie affollatissime, quella della 600 all’interno della quale corre anche la moto 2 ormai dalla scorsa stagione, e quella della classe 1000.

 

Magnoni guida la 600

I primi a scendere in pista domenica sono stati i piloti della 600 con in pole il capo classifica Michele Magnoni, distanziato di sole 3 lunghezze da Stevis Bressan, a sua volta in vantaggio di 6 su Stefano Casalotti. E sono loro i protagonisti della gara tra i quali si infila con prepotenza la Kawasaki di Luigi Brignoli che scattato dalla seconda fila prende presto il comando della compagnia. Bressan, Magnoni e Brignoli sembrano averne di più e già dal secondo giro iniziano a staccarsi ma poi le carte si mescolano, un piccolo contatto al Correntaio tra la Yamaha del bresciano e quella dell’alfiere Rosso e Nero, Casalotti, fanno scivolare Bressan in sesta posizione. A metà gara il gruppetto di testa con Magnoni e Brignoli raggiunti da Bonecchi sembra compatto poi però si mescolano di nuovo le carte a due giri dalla fine e i sali e scendi del Mugello fanno da teatro allo spettacolo dei sorpassi e controsorpassi fino al penultimo giro quando 7 piloti transitano sul traguardo in meno di 1 secondo. Strappo finale per la Kawasaki di Magnoni che vuole portare a casa a tutti i costi la gara sorpassando Brignoli che nel frattempo era riuscito ad assicurarsi solo un piccolissimo margine. Dietro di loro Stefano Casalotti che riesce nell’impresa di raddrizzare uno sfortunato week end iniziato con la rottura della sua moto. Magnoni rinsalda la sua leadership con 86 punti complessivi mentre Casalotti raggiunge Bressan a quota 68, terzo nella generale Brignoli che fa un bel balzo in avanti e si porta a 40 punti. Campionato dunque ancora aperto quando mancano 3 appuntamenti al termine della stagione.

 

Il francese Navand si mette in luce nella Moto 2

In moto due gran week end per il francese Xavier Navand che, con la sua Tecsra 444, strappa pole, vittoria e raggiunge la zona punti della classe 600 tagliando il traguardo quindicesimo. Dietro di lui il pilota Fastbikers Giacomo Luminari sulla Moretti numero 52 mentre la piazza d’argento è andata al portacolori del Moto Club Spoleto, su Honda, Marco D’Ettorre tabella 18.  La classifica dà ancora ragione a Luminari che la guida a 81 punti ma Navand accorcia le distanze e si porta a quota 75. Grande il distacco di D’Ettore, fermo a 36 per via del pesante zero nel doppio round di Imola.

 

La 1000 sempre più il regno di Salvadori

Giusto il tempo per i festeggiamenti sul podio 600 che la griglia si ripopola con le regine della 1000. In prima fila ancora Luca Salvadori, alfiere RC Racers, affiancato da Tiziano Amicucci, protagonista anche della passata edizione del trofeo National ma sfortunato in questo round al Mugello e Jonata Gallina, costretto a ritirarsi presto per problemi tecnici. Bene invece per Salvadori che scatta come un fulmine allo spegnimento del semaforo rosso, bene anche Traversaro che dalla seconda fila si assesta presto in seconda posizione ma la caduta di Luca Pini, con conseguente perdita di olio e la successiva scivolata di Alessio Velini, costringono la Direzione Gara all’esposizione della bandiera rossa. Procedura di quick restart e tutto da rifare per i piloti della 1000, all’infuori del campione in carica Alessio Velini che non riesce a schierarsi per la ripartenza a causa dei danni riportati in caduta dalla sua BMW. Salvadori, per nulla impensierito dalla pausa imposta dalla red flag, riparte in testa e a metà gara allunga inseguito da Traversaro su Yamaha, Gamarino e Castellarin, entrambi su BMW. Ultimi giri al cardiopalma con uno scatenato Castellarin che si fa sotto superando prima Traversaro che aveva avuto la peggio anche con Gamarino e poi pure quest’ultimo, comunque ottimo alla sua prima prova sulla 1000. Il piccolo margine guadagnato nel frattempo, consente a Salvadori di mantenere la prima posizione, salvaguardandosi dall’aggressività di Castellarin. Aumenta così il già consistente distacco in classifica per il milanese che guida il campionato dall’alto dei suoi 95 punti. Lo insegue Castellarin, in ottima forma nelle ultime gare, con 67 punti mentre risulta fermo a 40 Federico D’Annunzio che non ha preso parte al round toscano.

 

Lo speciale del National su AutomotoTv

Per rivivere le emozioni delle gare martedi alle ore 22:30 su AutomotoTv, canale 148 di SKY e streaming andrà in onda uno speciale che include le impressioni post gara dei protagonisti. In studio con Chiara Magna, Daniele Cesaretti, Presidente del Moto Club Spoleto, Francesco Agnoletto, patron di Motor Bike Expo, e Paolo Fabiano di KTM. Gli scatti del fine settimana saranno invece pubblicati nella pagina Facebook Moto Club Spoleto Foto Ufficiali.

In pista si scenderà di nuovo a fine mese, per il Round 5 al Misano World Circuit.

Per ulteriori info www.nationaltrophy.it

 

podio mugello 1000 luglio